• EVENTI DI agosto 2019
    LMMGVSD
    « lug   set »
        1 2 3 4
    5 6 7 8 9 10 11
    12 13 14 15 16 17 18
    19 20 21 22 23 24 25
    26 27 28 29 30 31  
Notizia - EXPO: TUTTI I NUMERI DELL’ASSISTENZA H24 DI ANPAS LOMBARDIA
31 luglio 2015

Expo_Soccorritori sfondo folla

 

 

La macchina dell’EXPO, l’evento più atteso degli ultimi anni in Lombardia, con oltre 20 milioni di visitatori attesi[1], da qualche mese si è messa in moto e con essa anche il piano di pronto intervento sanitario predisposto per far fronte alle urgenze ed emergenze quotidiane.

 

Accanto a medici e infermieri professionisti presenti all’interno dell’area, sono attivi, coordinati da AREU – l’Azienda Regionale dell’Emergenza Urgenza –  oltre 664 mezzi di primo soccorso (ambulanze, squadre di soccorritori in bicicletta e squadre dotate di macchine elettriche) messi a disposizione dalle Associazioni di Volontariato appartenenti alla Consulta – l’organismo di confronto sui temi inerenti il soccorso sanitario extra ospedaliero – composta da ANPAS LOMBARDIA, Croce Bianca FAPS, Croce Rossa Italiana, FVS, Socc. Azz., che 7 giorni su 7, per 24 ore al giorno garantiscono gli interventi di urgenza-emergenza.

 

Durante i giorni feriali dalle 9.00 alle 23.00 all’interno di EXPO sono presenti 2 Mezzi di Soccorso di Base (MSB) e 2 squadre appiedate composte rispettivamente da tre soccorritori, che raddoppiano nel weekend e nei festivi. Anche durante la notte, dalle 22 alle 6, il sito è coperto dall’assistenza sanitaria con un totale di 184 mezzi.

 

Expo_Caddy

Un’automedica con a bordo un medico, un infermiere e un tecnico è presente per gli interventi d’emergenza venendo attivata e inviata sul luogo dell’evento a supporto dell’MSB e/o delle squadre appiedate.

Un’altra importante risorsa del piano sanitario in EXPO è rappresentata dal Punto di Primo Intervento (PPI), aperto dalle 9.30 alle 23.00, con due ambulatori per le visite, che ha la funzione di gestire le problematiche sanitarie minori evitando quindi che i pazienti debbano rivolgersi direttamente ai Pronto Soccorso ospedalieri. Nei weekend i PPI diventano 3 di cui uno con ambulatorio pediatrico. Ogni Punto di Primo Intervento è gestito, oltre che da personale sanitario, da due soccorritori con compiti di accettazione e triage dei pazienti, messi a disposizione per tutta la durata della manifestazione da ANPAS LOMBARDIA.

A questi numeri si sommano 480 squadre appiedate composte da due soccorritori con il compito di pattugliare l’intera area dell’EXPO per una gestione tempestiva e più capillare delle emergenze.

 

Grazie alla disponibilità dei volontari e dei dipendenti delle Associazioni della Consulta, preparati a gestire qualunque tipo di emergenza sanitaria, lo spiegamento di forze si rivela davvero enorme: tra equipaggi in ambulanza e squadre appiedate saranno oltre 3.400 coloro che per tutta la durata dell’evento si alterneranno senza sosta per assicurare soccorso ai visitatori. 

 

“La macchina dei soccorsi è ampia e articolata, osserva Luigi Benvenuti, Presidente di ANPAS LOMBARDIA, e richiede un impegno quotidiano davvero importante. Per assicurare un piano dei soccorsi flessibile e organizzato anche in funzione del flusso dei visitatori, le Associazioni della Consulta garantiranno circa 14.000 ore di assistenza in totale”. Le Pubbliche Assistenze aderenti ad ANPAS LOMBARDIA gestiscono ben il 47% di tutti i mezzi di soccorso presenti in Expo confermando il nostro grande senso di cooperazione e responsabilità verso le attuali esigenze del territorio milanese, agendo in linea con i nostri valori di costruzione di una società più solidale”.

 

 

[1] Fonte: Expo 2015 spa e Camera di Commercio di Milano